Gene Simmons , il celebre cantante e bassista dei KISS è tornato a ribadire il concetto tale per cui – secondo lui – il rock sia morto e sepolto. Ecco quanto ha affermato in una intervista rilasciata recentemente alla radio WWL:

 

“Il rock È morto. E’ per via di Internet e Napster e tutta la roba di quel tipo. Ogni volta che scarichi qualcosa, beh, non permetti al musicista di svolgere il lavoro a tempo pieno..glielo togli!

Non abbiamo denunciato e ridotto nessuno in mutande per averlo fatto, e per questo siamo ridotti così. E’ colpa di tutti, colpa delle etichette e di tutto il resto.

 

Calcola questo: dal 1958 al 1988 sono trent’anni, giusto? Durante quel periodo, senza le grosse case discografiche non ci sarebbero stati ELVIS, THE BEATLES, THE ROLLING STONES, JIMI HENDRIX… sai, giusto quel migliaio di grandi band.

 

C’è stata Madonna, Prince, U2, AC/DC, noi forse e qualcun altro. Anche nel pop c’era Michael Jackson, i JACKSON 5… è un elenco infinito.

 

Dal 1988 ad oggi chi sono i nuovi BEATLES? Dimmi cinque band in grado di reggere il confronto con THE ROLLING STONES, THE BEATLES, Elvis, Jimi Hendrix e via dicendo..non c’è nessuno, ecco la verità.”.

 

No votes yet.
Please wait...