Comprendo perfettamente che sia difficile distaccarsi dal pregiudizio quando si parla di SEPULTURA.

 

Ma proviamo per un secondo a spostarci da tutto ciò e a prendere in mano “Machine Messiah”, ultimo disco in studio della band di Andreas Kisser e soci. Accantonate quindi tutte le polemiche, i vari Cavalera’s brothers e compagnia bella, e preparatevi ad ascoltare quello che sicuramente non sarà IL capolavoro della band ma sicuramente un ottimo disco.

 

I Sepultura del 2017 sanno perfettamente riconoscere il loro obiettivo in lontananza, spingendosi verso multiformi paesaggi e territori consoni alla band. C’è il groove, la melodia, le “sruffianate” tribal ma anche tanta,tanta cattiveria.

 

 

Esempio iniziale lo troviamo in “I Am The Enemy”, che sì riprende in mano quel thrash furibondo dei primissimi tempi della band: blast improvvisi, riff spigolosi e Derrick Green proiettato verso l’Inferno. Se con “Phantom Self” andiamo a riassaporare i cari e vecchi periodi “Brazilian tribal” della band, i midtempo più feroci li ritroviamo ad esempio in “Iceberg Dances”, vero e proprio frullato di groove e riff.

 

“Silent Violence” è ancora più veloce e thrash rispetto a ciò che potremmo immaginare ascoltando all’inizio un disco così. Ho citato solo alcuni brani, perchè penso che il resto dobbiate ascoltarlo assolutamente senza alcun pregiudizio o giudizio.

 

Non gridiamo al miracolo, è vero: ma è altrettanto vero che i Sepultura sono qui, ora, e ci sono ancora.

 

Un album che vola via, quindi, lasciandosi ascoltare nel migliore dei modi e soprattutto più e più volte. Abbandonate ogni cosa e prendete in mano questo disco come se fosse quello di una band sconosciuta: vi ricrederete su molte cose.

 

VOTO: 7,5

RSVP (Raccomandati Se Vi Piacciono): SOULFLY, SLAYER, MACHINE HEAD, DEATH

 

Label: Nuclear Blast Records

Anno: 2017

 

01. Machine Messiah

02. I Am The Enemy

03. Phantom Self

04. Alethea

05. Iceberg Dances

06. Sworn Oath

07. Resistant Parasites

08. Silent Violence

09. Vandals Nest

10. Cyber God

11.  Chosen Skin

12. Ultraseven No Uta

No votes yet.
Please wait...