I DØDSRITUAL sono un duo norvegese che propone un black metal definito da loro stessi “luciferino” e “misantropo”. Nevresch e Undertrykker non saranno il massimo dell’allegria, ma conoscono bene il mestiere: i due, infatti, collaborano da quasi venticinque anni e hanno accumulato molta esperienza con i loro precedenti progetti (Ravner e Hat).

 

“Under Sort Sol” è solamente il terzo LP dei Dødsritual; nonostante questo, la formula sembra essere già ampiamente rodata. Agli elementi più tradizionali del black metal (voce in scream, blast beat e tremolo picking a volontà) si aggiungono melodie fredde e oscure mai banali. Su tutti i brani spiccano l’epica “A Glorious Past”, ricca di sfumature e dal suggestivo ritornello cantato da un coro di clean vocals, e le dissonanze quasi free jazz che aprono “The Eternal Return”. Le tastiere hanno un ruolo preponderante in quasi tutti i dieci brani di “Under Sort Sol”, soprattutto nella riflessiva “Dømt til å leve” e nel doom sulfureo di “The Visitor”.

 

La scelta di utilizzare una drum machine non pregiudica il risultato finale, bensì aggiunge freddezza e ruvidezza che certo non guastano in un disco black metal; l’impiego di un batterista in carne e ossa, però, avrebbe permesso a episodi comunque validi come “Oh Nemesis” e “Lost In The Remains” di avere più profondità e impatto.

 

VOTO: 7

 

RSVP (Raccomandati Se Vi Piacciono): Helheim, Dodecahedron, Thy Darkened Shade

 

Label: Black Market Metal

Anno: 2017

Traclist:

Under Sort Sol
Lost in the Remains
Dømt til å leve
Alt Lys er Slukket
Venomtongue
A Glorious Past
The Eternal Return
The Visitor
Oh Nemesis
Dark Hole

 

 

 

No votes yet.
Please wait...