HAMMERFALL – Built to Last

Gli HAMMERFALL si danno un gran da fare e questo lo sappiamo come lo si può avvertire anche dagli ultimi pezzi sfornati. Il problema però è lo stesso di tanti altri gruppi legati al power metal: un sound ampiamente abusato che anziché suonare come una marcia eroica finisce per risultare un carrozzone. Almeno per chi, in questo genere, non è un neofita.
BUILT TO LAST è un album orecchiabile ma che in buon sostanza propone roba trita e ritrita. Gli ingredienti del power ci sono tutti senza un minimo di contaminazione, di sperimentazione, di qualcosa che lo differisca da quanto hanno già fatto in passato: cavalcate, cori, riff incalzanti, ritornelli enfatizzanti e via dicendo.

 

L’inizio è affidato a “Bring it” un pezzo che richiama la vecchia scuola heavy e che ci lascia una piccola speranza sull’ascoltare qualcosa che, seppur datato, differisca un minimo dal tradizionale sound della band. Basta però passare al secondo pezzo “Hammer High” per tornare alle solite vecchie marce in coro degli HAMMERFALL, un pezzo che tra l’altro risulta nella sua struttura così semplice e basilare da ripetersi in continuazione e annoiare. “The Sacred Vow” è un bel pezzo, uno di quelli il cui ritornello canteremmo a squarciagola durante un loro concerto, ma che per quanto fatto bene riesce in tutto tranne che nel salvare anche quest’album dallo stagnamento in cui si trova.
Tra alti e bassi procede così, senza sorprese e in piena tradizione. Ovviamente non manca la ballata epica, “Twighlight Princess”, il melodramma fantasy dell’album. Se siete dei fans di questa band, non avrete bisogno di ulteriori motivi per ascoltarlo. Di fatti la band svedese suona come se il power e tutto quanto fosse una sorta di religione, o una forma di resistenza contro qualsiasi trasformazione o contaminazione. E forse è proprio questo “buon da fare” che si danno in ogni singolo pezzo, alla stregua di un manipolo di uomini intento a galoppare a più non posso oltre le linee nemiche, a rappresentarli maggiormente. Se la mettiamo in questi termini l’uscita di un nuovo album è semplicemente l’inizio di una nuova battaglia che in termini musicali si traduce in una tournée dove tornare a fomentare migliaia di fan… sulle note un tantino rimescolate di un vecchio canto vichingo. E allora il meglio che si potrà ricavare da BUILT TO LAST sarà andare al loro concerto e cantare a squarciagola, con una birra in mano, le loro marce eroiche. Power and Steel Forever!

 

VOTO: 6

RSVP: MANOWAR, GAMMA RAY, STRATOVARIUS

Label: NAPALM RECORDS

Anno: 2016

 

hammerfall-built-to-last-cover

 

Tracklist:

01. Bring It!
02. Hammer High
03. The Sacred Vow
04. Dethrone And Defy
05. Twilight Princess
06. Stormbreaker
07. Built To Last
08. The Star Of Home
09. New Breed
10. Second To None

No votes yet.
Please wait...