Categoria: CD/VINILI

THE LURKING FEAR – Out of the Voiceless Grave

THE LURKING FEAR è il nome del nuovo progetto di Tomas Lindberg, il frontman degli At The Gates. Insieme a membri di Disfear, Skitsystem e God Macabre, il buon Lindberg ha appena pubblicato il debutto “Out of the Voiceless Grave”. Un vero e proprio supergruppo con una missione ben precisa: riportare il death metal alle sue radici

QUIET RIOT – Road Rage

Questa recensione inizia con una domanda semplice: c’era proprio bisogno dell’ennesimo album a base di scale blues, ritornelli incalzanti, armoniche rubate dall’Alabama? A nostro modesto parere no, ma evidentemente per i QUIET RIOT si. “Road Rage” non è assolutamente un brutto album, ma è piuttosto come l’ennesimo remake di un classico, tecnicamente riuscito ma sostanzialmente

RAGE – Seasons Of The Black

Cari lettori di Lumeen l’album che mi accingo a recensire può, senza il benchè minimo dubbio di smentita, essere considerato la prova ufficiale della “seconda giovinezza” dei tedeschi RAGE. Dico questo perchè i nostri guerrieri, nonostante abbiano raggiunto una fama ed un’esperienza che li ha fatti diventare delle autentiche icone del panorama musicale mondiale, hanno deciso

STEVEN WILSON – To The Bone

In molti temevano la tanto annunciata svolta pop di STEVEN WILSON in “To The Bone”, quinto album solista per l’ex leader dei Porcupine Tree. Un timore del tutto ingiustificato, considerando il fatto che la musica di Wilson, che si suddivide in un numero impressionante di progetti paralleli (Blackfield, No-Man, Storm Corrosion, Continuum e, naturalmente, i già citati

VINTERSORG – Till Fjälls del II

I VINTERSORG di Andreas Hedlund tornano alle origini con il nuovo “Till Fjälls del II”, seguito dell’esordio del 1998 intitolato “Till Fjälls”. Un ritorno attesissimo da parte dei fan della one man band svedese che, ormai già da una ventina d’anni, ha un ruolo di primo piano nella affollata scena viking metal scandinava. “Till Fjälls del II” interrompe momentaneamente la tetralogia

POLYPHIA – The Most Hated

È possibile mischiare Prince, Animals as Leaders, djent e dubstep e tirarne fuori qualcosa di decente? A quanto pare sì, secondo i POLYPHIA. La band texana, fondata nel 2010 e con all’attivo già un paio di album (“Muse” del 2014 e “Renaissance” del 2015), è tornata quest’anno con un EP di sei pezzi intitolato “The Most Hated”. Non è certamente

HEXX – Wrath of the Reaper

Sono anni di ritorni di fiamma e come ennesima conferma abbiamo il nuovo album degli HEXX, storica band della europea San Francisco che dopo varie evoluzioni approda ad un album veloce e spietato: “Wrath of the Reaper”. Potremmo dire che quest’ultimo lavoro ha il merito di custodire le facce più interessanti e le esperienze sonore

MATTEO BRIGO – It Works!

L’esordio discografico solista di MATTEO BRIGO, già chitarrista dei MAIEUTICA dal 2009, si presenta come un concept album all’insegna della follia nerd-retrò di stampo chitarristico/virtuoso. Se avete a cuore le ambientazioni anni ’80, la trilogia di “Ritorno Al Futuro” – ma anche un pò “Frankenstein Junior” e le schitarrate appassionate beh, questo è sicuramente il

EDGUY – Monuments

Gli EDGUY festeggiano i venticinque anni di attività con la raccolta “Monuments”, un doppio album che farà venire l’acquolina in bocca a tutti i fan del formidabile quintetto power metal tedesco. Poche sorprese ma tanta qualità: a classiconi come “Vain Glory Opera”, “Tears of a Mandrake”, “Babylon” e “The Piper Never Dies” si aggiungono ben cinque inediti, una canzone risalente alle sessions di “Savage Poetry” del 1995

NAZGHOR – Infernal Aphorism

Sesto album in studio per gli iper-produttivi NAZGHOR, che dal 2013 ad oggi hanno lavorato senza sosta per un’unica mastodontica causa: il black metal. Svedesi di nome e di fatto. Come sappiamo, la Svezia ha sempre conservato una matrice più melodic-oriented all’interno dei suoi generi musicali, dal death metal al black metal (contrariamente a Finlandia

JAG PANZER – The Deviant Chord

Il nome è da trent’anni a questa parte un programma e di certo in “The Deviant Chord”, nel bene e nel male, i JAG PANZER non si smentiscono. Ritornano dunque con un album all’insegna, ancora una volta, di un sound serrato e robusto. Ad aprire la battaglia “Born to the Flame”, un pezzo lanciato all’attacco

SCALE THE SUMMIT – In A World Of Fear

L’uscita da Prosthetic Records ha portato gli SCALE THE SUMMIT a confezionare un nuovo album, “In A World Of Fear”, a soli due anni di distanza dal predecessore, “V”. La formula, nonostante questo cambio di “gestione”, rimane prevalentemente sempre la stessa: unire il fusion al progressive, spruzzare qua e là math e djent, ospitate di